Il sindaco Palazzi: "Preoccupato per l'Aciemme. Senza trasparenza, gestiremo la ripartenza"

di Matteo Bursi
Fonte: Post Facebook
articolo letto 1069 volte
Foto

Il sindaco di Mantova Mattia Palazzi, attraverso il proprio profilo Facebook e la Gazzetta di Mantova, prende posizione sulla situazione del club. 

"So bene che non tutti i tifosi apprezzeranno la mia posizione, ma la città non può essere presa ulteriormente in giro. Questa la mia dichiarazione per la Gazzetta di Mantova, in merito alla difficile e triste situazione del Mantova Calcio.

- Sono preoccupato, non solo per le sorti della squadra, ma ancor prima perché si sta giocando con un patrimonio della città, che è fatto anche di valori. Non si tratta solo di capire chi compra o partecipa ad una società, si tratta anche di dire che il mantova calcio deve essere in mani specchiate, perché vanno ristabiliti i valori propri del calcio e della nostra città. Non ho alcun potere in merito perché è una società privata, ma mi permetto di dire, a malincuore, che piuttosto che continuare con vergognoso gioco del cerino, bisogna avere la forza e onestà di dire che è meglio ripartire da zero. Da mesi sentiamo tutto e il contrario di tutto e nel frattempo mi risulta che ristoratori e non solo attendono da mesi di essere pagati. Quando si compra una società professionistica o si hanno realmente le risorse da investire, oppure non si capisce perché la si compra. Questa storia che chi compra non ci mette le risorse e subordina la riuscita dell'impresa alle risorse di altri deve finire. È un gioco del cerino fatto sulla pelle del Mantova calcio. Il Mantova è un patrimonio anche di valori, che sono più importanti della serie nella quale si gioca. Se realmente esiste un acquirente auspico ci metta risorse vere, garantite e non vincolate alle disponibilità di altri e chi ci mette i soldi è bene sia anche il rappresentante legale della società, così da risponderne, anche legalmente, fino all'ultimo centesimo. Serve chiarezza e trasparenza. Se invece non ci sono le condizioni per fare le cose serie e limpide lo si dica chiaramente e capiremo come gestire la ripartenza".


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI